Camici da Laboratorio Comfort Fit

Da sempre, indossare una divisa adeguata mentre si svolge il proprio lavoro è sinonimo di ordine, ma non solo. Attraverso la scelta di una divisa, come ad esempio nel caso dei camici da laboratorio, si consente al lavoratore di svolgere le proprie mansioni in sicurezza e comodità. È necessario dunque che i camici professionali vengano ideati e realizzati ad hoc rispettando specifiche caratteristiche volte a soddisfare tutte le esigenze dell’ambiente lavorativo.

Di seguito un approfondimento su tali caratteristiche.

Le caratteristiche dei camici professionali

Le caratteristiche dei camici professionali possono essere molteplici, ma relativamente al settore lavorativo in cui si opera, si può avere la necessità di possederne alcune anziché altre. Tutti i camici professionali però sono accomunati da attributi base essenziali che ne determinano la qualità, come ad esempio:

  • L’utilizzo di materiali leggeri, lavabili e resistenti
  • La presenza di almeno una tasca per riporre strumenti di utilizzo abituale
  • Una lunghezza adeguata volta a proteggere la persona
  • Comoda e priva di impedimenti di qualsiasi genere

Queste caratteristiche quindi possono essere considerate come essenziali in qualsiasi ambiente lavorativo in cui si faccia uso di camici professionali quotidianamente, ma vediamo ora più nello specifico le particolarità riguardanti i camici da laboratorio.

Particolarità dei camici da laboratorio

Nel concreto dunque, le particolarità dei camici da laboratorio possono essere facilmente ritrovate nella tipologia di camice Siena di Gavezzoli, uno dei camici più utilizzati e adatti al settore medicale, farmaceutico e per i laboratori. Si tratta di un camice femminile in misto cotone, con una vestibilità comoda e confortevole, ma non solo. Le tre tasche lo rendono estremamente funzionale e, grazie all’abbottonatura nascosta e all’assenza della cintura, non vi è il rischio di impigliarsi e quindi di incorrere in situazioni pericolose.