La tuta da imbianchino

Lo svolgimento di alcune professioni, per quanto si presti attenzione, implica necessariamente lo sporcarsi.  Consapevole di questo, Gavezzoli ha selezionato alcuni modelli di tuta da imbianchino monouso. Gettare l’indumento una volta che è stato utilizzato, infatti, eviterà ai lavoratori di doversi cimentare più volte in tediosi lavaggi, con il rischio di non ottenere i risultati sperati.

Una tuta da lavoro pratica e funzionale

Ogni settore lavorativo reca in sé delle esigenze particolari: nei negozi di Gavezzoli a Milano e Brescia esistono dei reparti dedicati a diversi modelli di tuta da imbianchino. Data la complessità dell’impiego svolto, e la facilità con cui gli abiti possono essere macchiati da vernici, è preferibile utilizzare una tuta da lavoro monouso. In questo modo non sarà necessario lavare gli abiti alla fine di ogni giornata lavorativa. Un’immagine perfettamente intonsa, anche se si svolge una mansione manuale, è infatti fondamentale per guadagnarsi la fiducia della clientela e risultare professionali, sempre.

Abbigliamento monouso ed equipaggiamento per garantire la sicurezza del lavoratore

La tuta da imbianchino proposta da Gavezzoli è in TNT polipropilene con cappuccio per riparare il capo da eventuali schizzi di vernice, più tasca esterna per riporre gli oggetti utilizzati durante il lavoro. Questo genere di abbigliamento monouso, presente nei punti vendita, ha la chiusura con cerniera zip e gli elastici ai polsi e alle caviglie. Disponibile nel colore bianco, la tuta da imbianchino è traspirante ed è certificata come indumento protettivo da sporco, polveri e, in parte, da liquidi. Per evitare di inalare gli odori della vernice, poi, si può acquistare la mascherina in TNT polipropilene. Questa è ergonomica e provvista di stringinaso in metallo per non respirare polvere. L’abbigliamento monouso è completato da copriscarpe per non sporcare il pavimento: impermeabili e con l’elastico alla caviglia, hanno il fondo goffrato e una lunghezza di circa 42 centimetri.